I cavalli per superare la disabilità

0811

GIARDINO DEI TIGLI, ALTAVILLA VICENTINA – 30 Settembre 2019

I cavalli entrano al “Giardino dei Tigli”. Inizia il 30 settembre un progetto di educazione equestre assistita, destinata alle persone con disabilità acquisita ospitate nella comunità residenziale di Altavilla Vicentina.

L’originalità del progetto, rispetto alla tradizionale ippoterapia, è che saranno i cavalli ad andare nella comunità per consentire attività anche con gli utenti con maggiori disabilità. «La scelta di questo approccio», spiega Giorgio Roveggia, presidente della cooperativa “Promozione Lavoro” che gestisce la comunità, «è stata fatta per facilitare un primo contatto con l’animale in modo da permettere agli utenti di iniziare l’avvicinamento al cavallo in un ambiente per loro confortevole per poi passare, nei cinque incontri successivi, ad attività più articolate in maneggio».

Tra le attività previste, l’avvicinamento al cavallo da terra, semplici attività di grooming come spazzolare, pettinare, strigliare. Nella fase successiva, è prevista la conduzione del cavallo da terra in piccoli percorsi, come stimolazione di attività mnemoniche e visuo-spaziali, ma anche la preparazione del cibo per i cavalli.

Il progetto è stato messo a punto dall’équipe del “Giardino dei Tigli” in collaborazione con l’associazione “Oltre le Parole” di Montecchio Maggiore e va ad aggiungersi ai percorsi di pet therapy con i cani.

La scelta del cavallo è stata fatta anche perché il 2019 è stato dedicato dalla Comunità a questo animale. Nell’atelier di arte terapia, infatti, gli utenti stanno preparando una serie di opere pittoriche che saranno esposte a novembre in uno stand dedicato nella mostra “Art&Cavalli” nell’ambito della Fiera Cavalli di Verona.