Inaugurato l’Ospedale di Comunità di Bovolone

Inaugurato questa mattina il nuovo Ospedale di Comunità presso l’Ospedale Nodo di Rete Monospecialistico Riabilitativo “San Biagio” di Bovolone con sede al 1° piano. Presenti all’evento il Direttore Generale dell’ASL di Verona Pietro Girardi, il Sottosegretario alla Salute Luca Coletto, il Presidente della Regione Luca Zaia, il Sindaco Emilietto Mirandola e il Vescovo di Verona Giuseppe Zenti.

Il nucleo è stato affidato in gestione al raggruppamento temporaneo di impresa composto da: Cooperativa Promozione Lavoro con sede a San Bonifacio (VR), Cooperativa Sociale Emmanuel con sede a Bovolone (VR) e Cooperativa Sociale Cercate con sede a Verona.

L’Ospedale di Comunità di Bovolone dispone di 23 posti letto e si pone come modalità di assistenza di tipo intermedio tra le realtà ospedaliere “tradizionali” e le risposte domiciliari di natura assistenziale, rappresentando uno step importante nel processo regionale di sviluppo di piani sanitari individualizzati. Le prestazioni in regime di ricovero riguarderanno:

  • pazienti anziani dimessi da divisioni ospedaliere affetti da esiti stabilizzati di patologia acuta, ma che necessitano ancora di assistenza;
  • pazienti non assistibili a domicilio per insufficiente supporto familiare;
  • pazienti già ospitati in strutture residenziali a minor grado di intensità assistenziale;
  • pazienti affetti da gravi patologie neurologiche;
  • pazienti terminali non altrimenti assistibili.

La principale finalità di questa struttura è completare l’offerta di servizi presenti sul territorio andando a soddisfare quella domanda di assistenza non sempre compatibile con il domicilio dell’assistito, limitando il ricorso al ricovero ospedaliero solo nelle fase acute delle emergenze sanitarie.

Obiettivo dei ricoveri è dunque quello di consolidare lo stato clinico generale del paziente, i risultati terapeutici ottenuti nella fase acuta precedente e il recupero dell’autonomia. Da non trascurare la funzione preventiva esercitabile dal nucleo rispetto all’insorgenza di patologie che rischierebbero di determinare nuovi ingressi in strutture di tipo residenziali.

Bovolone (VR) – 1 Febbraio 2019