Rallismo e ‘Giardino dei Tigli’ insieme per un nuovo laboratorio

RACCOLTA FONDI PER UN NUOVO LABORATORIO:

 Testimonial i piloti vicentini Franco Cunico e Luigi “Lucky” Battistolli

L’obiettivo, ampliare le possibilità di espressione artistica dei disabili acquisiti

 

ALTAVILLA VICENTINA – Il rallismo vicentino in aiuto del “Giardino dei Tigli”. I piloti Franco Cunico e Luigi “Lucky” Battistolli, nella veste di presidente dell’Aci vicentino, hanno fatto da testimonial al lancio, sabato 11 maggio, della raccolta fondi promossa dalla Comunità per disabilità acquisite di Altavilla Vicentina. L’obiettivo, raccogliere i fondi per realizzare un nuovo laboratorio da destinare alle attività artistiche degli utenti della Comunità.

Insieme ai due nomi blasonati del rallismo vicentino, hanno aderito all’iniziativa benefica, portando in esposizione le loro vetture da gara, Sandro Guasina, vice-presidente del Lancia Delta Integrale Club con la Lancia Delta integrale in allestimento Safari Rally, il presidente ad honorem del Club, Nicola Pizzolato, con la Fiat 600 Kit, Mauro Peruzzi, presidente della Scuderia Palladio con la Fiat 124 Abarth, Fabrizio Sorgato con la Ford Sierra Cosworth, Michele Bertuzzo con la Renault Clio Williams, Giulio Vettorello con la Peugeot 106 e Gianmarco Zaccaria con la Mitsubishi Lancer Evolution.

«Con il nuovo laboratorio», spiega Giorgio Roveggia, presidente della Cooperativa “Promozione Lavoro” che gestisce il Giardino dei Tigli, «la Comunità intende creare uno spazio per dare nuove opportunità di esprimersi superando i limiti della propria disabilità acquisita».

.«Ho avuto modo di conoscere il Giardino dei Tigli», ha detto Franco Cunico, «e mi sono reso conto dell’importanza di offrire a queste persone opportunità per reinserirsi in modo attivo nella società. Per questo faccio appello a tutti gli sportivi perché contribuiscano a questo progetto. L’accostamento tra il mondo dei rally e la disabilità non deve stupire, esprime bene la volontà di queste persone di superarsi, recuperando il proprio ruolo nella comunità».

Il laboratorio sarà dedicato in particolare all’attività artistica, teatrale e di scrittura creativa. Durante l’evento di lancio della raccolta fondi, il Giardino dei Tigli ha anche annunciato che le opere, realizzate dai disabili acquisiti nel laboratorio di arte terapia, saranno esposte a novembre nella mostra “Art&Cavalli” nell’ambito della Fiera Cavalli di Verona. Altre opere della Comunità sono esposte da alcuni mesi all’Italian Contemporary Art Gallery di Boston, negli Stati Uniti.

«L’esperienza del Giardino dei Tigli», aggiunge il presidente Roveggia, «ha dimostrato come sia possibile, anche in situazioni di grave disabilità, poter esprimere i propri talenti tanto da trovare riconoscimento sociale. Un fattore determinante per dare a queste persone la motivazione sulla quale poter ricostruire la propria identità ferita dalla disabilità acquisita».