• Area Personale
  • Certificazioni
  • Governance
  • Formazione
  • Contatti
  • Lavora con noi
  • News
  • Privacy Policy
  • Sanità integrativa
  • Strutture
  • Home
  • Chi siamo
  • Servizi


  • Area Personale

    Nuovo modello di relazioni sindacali per contrastare l’emergenza Covid-19


    Comunicato a tutti i Soci.

    Firmato dal Presidente Fabio Piubello un accordo tra la Cooperativa Sociale Promozione Lavoro e le Organizzazioni Sindacali Venete. Una risposta alla crisi del Welfare Veneto.

    Una risposta concreta alle difficoltà dell’emergenza Covid-19 che ha investito pesantemente anche la cooperazione sociale veneta. È l’obiettivo dell’accordo che la Cooperativa Promozione Lavoro di San Bonifacio (VR) e le Organizzazioni sindacali regionali hanno firmato l’8 ottobre 2020.
    Per rispondere alle sfide della pandemia, con il loro strascico di crisi economica, le parti hanno concordato di dare vita a un modello di relazioni sindacali fondato sulla trasparenza, sui diritti e sull’informazione dei lavoratori del sociale e del socio sanitario. Nascerà anche un comitato sulla sicurezza, per la corretta ed efficace gestione dei protocolli anti Covid-19 e più in generale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.
    Per rispondere alla situazione eccezionale che si è venuta a creare, l’accordo prevede in particolare dei percorsi di miglioramento organizzativo nei servizi gestiti dalla Cooperativa, prevedendo quali strumenti anche lo sviluppo di contratti di secondo livello e del welfare aziendale.
    Ulteriore punto toccato dal documento, l’aumento contrattuale previsto per Settembre 2020 avrà come decorrenza Settembre 2020 ma sarà erogato a Gennaio 2021 con tutti gli arretrati retributivi.
    «Le organizzazioni sindacali», spiega Fabio Piubello, Presidente di della Cooperativa Promozione Lavoro, «hanno
    riconosciuto lo stato di difficoltà conseguente al Covid-19. Ai ritardi nei pagamenti da parte degli Enti pubblici con i quali collaboriamo, si sono aggiunti i costi sostenuti per garantire a tutti i lavoratori i dispositivi di sicurezza individuale, oltre ad aver anticipato la cassa integrazione a centinaia di nostri soci».
    Non a caso la Cooperativa e le Organizzazioni Sindacali si sono anche impegnate a un intervento nei confronti di Regione Veneto, Ulss, Anci ed Enti locali con l’obiettivo di contrastare fenomeni di illegalità e comportamenti anomali rispetto agli appalti pubblici. Situazioni che rischiano di ricadere su tutta la cooperazione sociale veneta, a causa di comportamenti circoscritti di alcune isolate realtà.
    «La trattativa è stata un momento importante di politica contrattuale», e conclude il Presidente Fabio
    Piubello, «Va riconosciuto a Cisl, Cisl Fisascat e Uil di aver contribuito in modo determinante alla messa a punto di un nuovo modello di relazioni sindacali, a maggiore tutela non solo dei lavoratori, ma di tutto il sistema di welfare veneto».

    San Bonifacio, 15 ottobre 2020

    CENTRO VAL D’ILLASI

    Questo video raccoglie riflessioni, testimonianze ed esperienze raccontate dai professionisti che operano nella struttura sanitaria e dagli stessi ragazzi che, …

    SALUTI DI NATALE

    Gli auguri dei nostri Presidenti ci fanno sentire come una grande Famiglia che, nei momenti più difficili, ritrova il proprio …

    Servizi ai Minori

    I nostri punti di forza nella gestione di servizi per l’infanzia sono l’esperienza e il coordinamento.

    Scopri i nostri servizi